vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Programma Giovani Funzionari delle Organizzazioni Internazionali (JPO) 2019-2020

Il Programma permette a giovani italiani qualificati di avere un’esperienza formativa e professionale nelle organizzazioni internazionali per un periodo di due anni.
JPO

Il Programma Giovani Funzionari delle Organizzazioni Internazionali, noto anche come Programma JPO, è un’iniziativa finanziata dal Governo Italiano attraverso la Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) e l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) e curata dal Dipartimento degli Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite (UN/DESA).

Lo scopo del Programma è duplice. Da una parte favorisce le attività di cooperazione delle organizzazioni internazionali associando giovani funzionari ad iniziative di sviluppo, dall’altra consente a giovani interessati alle carriere internazionali di compiere esperienze rilevanti che nel futuro ne potrebbero favorire il reclutamento da parte delle organizzazioni stesse o in ambito internazionale.

I requisiti necessari per l’ammissione all’edizione 2019/2020 del Programma JPO sono:
• Essere nati il o dopo il 1 gennaio 1989 (1 gennaio 1988 per i laureati in medicina; 1 gennaio 1986 per i laureati in medicina che abbiano conseguito un diploma di specializzazione in area sanitaria)
• Possedere la nazionalità italiana
• Avere un’ottima conoscenza della lingua inglese e italiana
• Avere ottenuto uno dei seguenti titoli accademici prima della scadenza per la presentazione delle candidature:

  • laurea specialistica/magistrale
  • laurea magistrale a ciclo unico
  • laurea/laurea triennale accompagnata da un titolo di Master universitario
  • Bachelor’s degree accompagnato da un titolo di Master universitario.

Nell’ambito dell’edizione 2019/2020 del Programma JPO si prevede l’assegnazione di un numero limitato di posizioni a candidati provenienti da alcuni paesi in via di sviluppo (“Least Developed Countries” e paesi prioritari per la cooperazione allo sviluppo italiana). La lista di tali paesi è disponibile sul sito www.undesa.it.

I candidati provenienti da paesi in via di sviluppo dovranno soddisfare i seguenti requisiti per l’ammissione al Programma:

Data la natura altamente competitiva del Programma JPO e le crescenti competenze richieste dalle organizzazioni internazionali, le seguenti qualificazioni aggiuntive sono spesso considerate asset importanti in fase di valutazione:
➢ Conoscenza di altre lingue ufficiali delle Nazioni Unite o lingue parlate nei paesi in via di sviluppo.
➢ Possesso di ulteriori titoli accademici e/o corsi di formazione rilevanti.
➢ Aver maturato una solida esperienza professionale, della durata di almeno un anno.
➢ Possesso di alcune capacità/competenze quali orientamento al cliente, lavoro di squadra, comunicazione, responsabilità, pianificazione e organizzazione del lavoro.
I candidati dovranno essere motivati e disposti ad adattarsi a diversi ambienti di lavoro. Inoltre, dovranno dimostrare impegno nei confronti dei valori fondamentali delle Nazioni Unite, cioè integrità, professionalità e rispetto della diversità.

La scadenza per l’invio online delle candidature è il 10 dicembre 2019 alle ore 15:00 (ora italiana).

Per maggiori informazioni e i link necessari per candidarsi consultare i volantini in allegato.

Pubblicato il 3 dicembre 2019